LA MIA PORTA BLINDATA QUANTO E’ SICURA ?

La porta blindata deve avere dei requisiti di sicurezza importanti, non tralasciando il lato estetico

Porta blindata

Quante volte rientrando a casa e chiudendo la porta abbiamo pensato che nulla di quello lasciato al suo esterno potesse entrare?

La Porta Blindata è un complemento che oramai è diventato indispensabile per farci sentire pù sicuri e quindi, proteggere la nostra privacy e famiglia. 

I furti in abitazioni stando ai dati pubblicati da “il sole 24 ore” sono 277 ogni ora, un dato molto significativo. Questo ci dovrebbe far capire quanto davvero dobbiamo tenere alla nostra sicurezza e proteggerci in maniera consapevole. Oggi giorno ci sono diversi tipi di porte blindate di tutti i livelli dal meno sicuro a quello con integrata la domotica e il riconoscimento di impronte (biometrico).  

 

Ho aiutato moltissimi clienti a capire quale tipo di porta facesse al caso loro.  Infatti prima di tutto bisogna individuare il contesto nel quale si trova, se un condominio in centro storico, in condominio con vincoli amministrativi, oppure una villa indipendente. Da questa fase si evincerà ad “esempio se in condominio” la priorità di mantenere il pannello esterno esistente che affaccia nel vano scala, oppure se ci siano imbotti in legno da mantenere o modificare.

A seconda del caso specifico potremmo valutare un modello rispetto ad un altro, cosi come è importantissimo capire se intervenire tramite la muratura o meno. 

Un mio consiglio, quando ci si trova in condomini è preferibile lavorare quasi sempre sul su misura, questo riduce di molto i rischi e il disaggio che causa un intervento murario. A meno che non ci sia in atto una ristrutturazione e magari si vuole inserire anche una porta blindata a filo parete!   

ecco un esempio;

Porta blindata filo parete interno

Voglio elencarti alcuni punti ai quali tengo molto quando mi viene commissionata la sostituzione di una porta blindata

  1. Essere veloce e non recare disagio a te!
  2. Rispettare le caratteristiche esterne per non creare disguidi con i condomini
  3. NON deve essere invasivo e rovinare le pareti interne  
  4. Garantire il fissaggio con la stessa sicurezza per quale è stata progettata la porta
  5. Rifinire il falso-telaio 

Questi sono alcuni punti base, poi in base al tipo di installazione e al tipo di porta ci saranno altri dettagli. 

Perché una porta blinda sia efficiente è necessario che abbia determinati parametri.

  • ANTI EFFRAZIONE: Maggiore è Classe di appartenenza migliore sarà la resistenza ai tentativi di effrazione; impedendo un facile accesso alla propria casa da parte di male intenzionati. In base a dove è contestualizzata l’abitazione verrà installata la porta blinda con le caratteristiche più opportune, basta ricordare che per una buona porta si consigliano modelli con Classe 3 o 4 di anti effrazione , per le abitazioni sono le più consigliate. Salendo poi alla Classe 5 o 6 per usi professionali.

Caratteristiche prestazionali:

porta blindata
  • ANTI EFFRAZIONE: Maggiore è Classe di appartenenza migliore sarà la resistenza ai tentativi di effrazione; impedendo un facile accesso alla propria casa da parte di male intenzionati. In base a dove è contestualizzata l’abitazione verrà installata la porta blinda con le caratteristiche più opportune, basta ricordare che per una buona porta si consigliano modelli con Classe 3 o 4 di anti effrazione , per le abitazioni sono le più consigliate. Salendo poi alla Classe 5 o 6 per usi professionali.
  • ISOLAMENTO ACUSTICO : L’abbattimento acustico garantisce la riservatezza e la quiete dei locali. L’unità di misura i decibel (dB) che ne caratterizzano l’aspetto devo essere compresi tra i 37 dB e i 45 dB ; maggiore è il loro valore , minore è il rumore percepito.
  • TRASMITTANZA TERMICA : Serve a garantire la minima dispersione di calore, questa viene indicata con la sigla U e si misura in W/m2K . Tanto più basso è il suo valore ( da 1.4 a 0.9 W/m2K) , maggiore sarà la capacità di ridurre la quantità di calore.
  • RESISTENZA AL VENTO : Questa garantisce l’indeformabilità della porta blindata sottoposta a forti pressioni e/o depressioni. Si misura con classi che vanno da 0 a 5 , maggiore valore migliore sarà la capacità di conservare e salvaguardare la sicurezza degli utenti.
  • PERMEABILITÁ ALL’ARIA : Misura la capacità di una porta blindata chiusa di impedire il passaggio d’aria tra l’ambiente esterno e quello interno; il valore parte da 0 ed arriva a 4 , più alto il valore maggiore la prestazione .
  • TENITA ALL’ACQUA : Impedire infiltrazioni d’acqua tra l’ambiente esterno e l’ambiente interno a porta chiusa.

Qualsiasi porta blindata si scelga è bene farsi rilasciare la MARCATURA CE che attesta la conformità alla norma UNI EN 14351-1 e alla Direttiva Europea 89/106 Prodotti da Costituzione. La MARCATURA CE conferma che il prodotto è in grado di fornire determinate prestazioni per i requisiti regolamentati in relazione agli impegni previsti.

Oggi giorno è stata curata moltissimo l’estetica della porta blindata, infatti sono stati creati modelli che si integrano nei contesti più eleganti o moderni grazie alla vastissima scelte dei pannelli, ai colori dei telai, alle finiture delle maniglie e accessori e alla tipologia.

Dai un occhiata a questi modelli cliccando qui sotto.

La struttura di costruzione della porta è molto importate cosi come lo sono i tipi di serrature che devono essere inserite. Infatti la serratura è la parte più delicata e infatti, quella presa d’attacco dai malintenzionati.

Hai mai sentito dire da qualche mal capitato: ” mi hanno aperto la porta con un tubo” oppure “mi hanno spezzato il cilindro” 

Sono frasi molto comuni quando capita questa effrazioni, ma ti spiego meglio cosa significa : 

Dove solitamente inserisci la chiave il cilindro è protetto da un accessorio chiamato “Defender“, il quale ha il compito di proteggere il cilindro non facendo arrivare la punta in caso di foro con trapano. Già da tempo purtroppo, i ladri si sono aggiornati e non sprecano più tempo a tentare di forare questo Defender, ma hanno adottato un sistema molto più rapido e silenzioso. 

Il sistema dell’ estrazione di tutto il cilindro a mezzo di un tubo dello stesso diametro del defender, il quale una volta inserito al suo interno basta esercitare una leva tramite questo tubo “che solitamente ha una lunghezza di 50 cm”,  spezzare il cilindro e le viti che fissano il dispositivo di protezione, cosi intervenendo direttamente sul meccanismo della serratura. 

 

Sistema di estrazione del Defender e cilindro con tubo

Quindi per ovviare a questa problematiche è stato creato un sistema di protezione chiamato ANTI-SHOCK che NON permette al tubo di poter fare leva in nessun punto.

Sistema anti-shock

Vuoi verificare se la tua porta è sicura, scrivimi qui sotto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *